CONSIGLI PER UNA SANA ALIMENTAZIONE

Al mattino, al risveglio, bere 300 gr di acqua oligominerale, durante ciascun pasto principale limitare la assunzione di liquidi a 250 gr di acqua oligominerale, nel resto della giornata, e comunque lontano dai pasti principali, bere almeno un litro e mezzo di acqua oligominerale. (anche senza stimolo di sete). Aumentare l’assunzione di pesce (almeno due pasti settimanali), anche surgelato, ed aumentare il consumo di pesce azzurro e limitare l’utilizzo di formaggi specie se a pasta dura, stagionati o fermentati.
Preferire i cibi di origine vegetale rispetto a quelli di origine animale e ridurre sensibilmente l’uso di grassi animali (burro, lardo, strutto, grassi visibili della carne), a questi e' da preferire l’olio Extra Vergine di Oliva. Dedicare al pasto il tempo giusto, mangiando con calma e masticando lentamente. Ogni portata dovrebbe durare almeno otto minuti. Evitare di guardare la televisione durante il pasto.
Preparare per quanto possibile in casa i cibi: cio' consente un controllo dell’aggiunta di grassi e la scelta di tecniche di cottura pił adatte (alla griglia ed alla piastra per le carni, riducendo invece, sia per carni che per le verdure, le procedure di frittura). Effettuare una buona prima colazione con alimenti di facile digeribilita' ed assimilazione. Alimenti consigliati: latte, yoghurt, miele, marmellata, pane, cereali da colazione, frutta e succhi di frutta. Alimenti da evitare: uova, pancetta, insaccati, burro, formaggi stagionati.
Consumare con moderazione i cibi ad elevato contenuto di colesterolo (cervello, fegato, rene, frattaglie, salumi). Non protrarre una dieta non equilibrata per piu' di una settimana e, se si hanno problemi seri di peso, rivolgersi ad un Nutrizionista.
Limitare a cinque pasti settimanali il consumo di carne rossa o bianca, o derivati della carne. Non eccedere in integratori alimentari od in prodotti dimagranti, possono portare anche a seri squilibri metabolici e nutrizionali.
Per compensare la riduzione del consumo di carne, aumentare il consumo di legumi ad elevato contenuto proteico (fagioli, ceci, piselli, lenticchie). Fare almeno tre pasti al giorno (colazione, pranzo e cena) ed avere degli orari fissi. Cenare con alimenti facilmente digeribili ed almeno due ore prima di andare a dormire.
Non eliminare mai l’assunzione di pane, pasta, farinacei e non abolire l’uso di zucchero, ma consumare questi prodotti con moderazione. Ad ogni pasto non andare oltre un piacevole senso di sazieta' ed evitare di sforzarsi di mangiare se l’organismo non lo richiede.
Durante i pasti e' ammesso un bicchiere di vino, preferibilmente rosso. Per insaporire i cibi utilizzare piu' spezie.
Consumare ogni giorno frutta fresca ed un piatto di verdura cruda. Prestare molta attenzione ai fuori-pasto (calorici) se si ripetono spesso.
Acquistare i cibi di cui si ha veramente bisogno. Non andare a fare la spesa quando si e' affamati
Home

Luoghi Comuni e Pregiudizi